Get Adobe Flash player

       

La Nazionale di Pallavolo Campione d’Europa è nelle mani di un personaggio immenso : Fefè De Giorgi

In questi giorni tutta l’Italia gioisce per i successi delle due Nazionali Italiane di Pallavolo inaspettatamente resuscitate dopo i risultati modesti ottenuti alle ultime Olimpiadi. Però ….se la squadra femminile ha conquistato il titolo di campione d’Europa per merito di una potenzialità ed una caratterialità che già possedeva ed una prestazione divenuta perfetta nel momento decisivo del torneo europeo, la stessa cosa non la possiamo dire per la squadra maschile. La Nazionale maschile in termini di programmazione, potenzialità, imprevedibilità, motivazione e quant’altro ha conseguito un risultato a dir poco strabiliante  se rapportato anche al tempo che si è impiegato per assemblarla. Il perché è presto detto. Il neo Presidente Manfredi, nel mentre la sua nazionale olimpica si stava preparando al grande evento, Lui, o chi per Lui, aveva già pianificato una Nazionale (che per convenzione si definisce B), piena di giovanissimi talenti da metter in campo per l’appuntamento Europeo immediatamente successivo a quello Olimpico. Il piano aveva previsto di affidare questo secondo gruppo, sulla carta una nazionale “futuribile”, ad un illustre personaggio della recente storia della pallavolo italiana e mondiale, delfino di Velasco : Ferdinando De Giorgi, più noto con il diminutivo di Fefè. Inizialmente molte sono state le perplessità da parte di molti addetti ai lavori, spesso definiti esperti. La straordinarietà del successo deve essere assolutamente analizzato; credo, sia legato al grande coraggio dimostrato dalla dirigenza nel disegnare la strategia, al grande coraggio del tecnico nell’accettare la sfida con un manipolo di ragazzi estremamente smaniosi di mettere in campo la propria passione e dimostrare tutta la loro determinazione e vivacità. Il miracolo comunque l’ha fatto Fefè con il suo modo di saper selezionare, aggregare, di essere Tecnico incisivo, equilibrato, sornione …., fraterno…., soprattutto durante quegli ultimi time out sofferti e decisivi in cui a quel gruppo di bravi ragazzi, e non solo, ha fatto rialzare la testa per andare a prendersi un successo che loro, forse,  credevano di non meritare più. Cosa possiamo dire a Fefè se non bravo , bravo e bravo … e grazie. Concludiamo queste brevi considerazioni con un breve, piacevole aneddoto che potrà far piacere ricordare ad alcuni ex giovani pallavolisti di Ladispoli di qualche generazione fa. Tanti anni fa’ …….. il Fefè nazionale si fermo a Ladispoli, richiamato dal nostro comune amico Lello, per svolgere con i nostri ragazzi, allora giovanissimi, Antonello, Cristiano, Massimiliano, Fabrizio, Valerio, Marco, Fabio e Gianluca,  un collegiale di due giorni che fu simpaticamente intervallato da un momento conviviale. Oggi quei ragazzi, avranno sicuramente rispolverato quei momenti per renderli più luminosi nei meandri dei loro ricordi. 

Volley Ladispoli : Quando ripartire ? Di questo si sta discutendo.

I Dirigenti della Volley Ladispoli da qualche tempo si stanno incontrando settimanalmente (in videoconferenza) e confrontando sul tema della “Ripartenza” della propria attività sportiva; tentano di capire Quando ripartire alla luce dei vincoli imposti dalle indicazioni emanate da Governo e Federazione Italiana Pallavolo. 

Read more...

Al PalaPanzani lavori in corso

2020 lavoripallone2Mercoledì 5 Febbraio,  si è avviata la prima fase dei lavori di sistemazione del PalaPanzani dopo che la tromba d'aria dello scorso 13 Dicembre lo ha praticamente devastato e reso inagibile. Si sta procedendo con il controllo ed il consolidamento della struttura per poi passare subito dopo alla copertura con il nuovo telo. Con la speranza che le condizioni meteorologiche si mantengano buone, la prima fase dei lavori dovrebbe concludersi nell'arco di una decina di giorni lavorativi. Successivamente all'avvenuta copertura si passerà a lavorare internamente, la seconda fase, tra i principali e più dispendiosi interventi si dovrà ripristinare e rimontare l'impianto di illuminazione e dovrà essere controllato lo stato della delicata pavimentazione che in questi mesi è rimasta esposta alle intemperie sperando che non si debba procedere con la sua sostituzione. 

Read more...

Il mondo della pallavolo contro il razzismo

I vergognosi ululati e i cori razzisti nei confronti del giocatore francese – di origini senegalese – Kalidou Koulibaly non vanno sottovalutati né minimizzati. Da diversi anni è in atto in Italia – e in altri Paesi europei – un’escalation di violenza e intolleranza per tutto ciò che non è made in Italy. Il calcio è lo sport più popolare del nostro Paese, ma il razzismo di molte curve calcistiche non è la norma, è una pessima eccezione che va combattuta e stigmatizzata. Negli altri sport le cose vanno molto diversamente e ogni giorno centinaia di migliaia di giovani fanno integrazione, giocando con coetanei di diverse nazionalità e provenienze senza alcun problema. La pallavolo da diversi anni è la punta di diamante dell’integrazione nello sport; la nostra federazione nazionale – la FIPAV – in particolarepromuove e valorizza i valori di solidarietà e fratellanza tra chi gioca, premiando le società più attive in questo senso

Read more...

Per fornire un servizio migliore e più soddisfacente questo sito usa i cookie. Continuando la navigazione acconsentirai al loro utilizzo. Puoi trovare ulteriori informazioni qui. Cookies policy.

Accetto i cookie su questo sito.

EU Cookie Directive Module Information