Get Adobe Flash player

       

Campionato di Serie B2 F : Una giornata …. storta per la Garden House Ladispoli che viene sconfitta a Cave con un perentorio 3-0.

fShare
0

Dopo le buone prestazioni delle settimane precedenti ed una classifica che, seppur ancora precaria, risulta al momento nettamente migliorata, la Garden House Ladispoli si è recata a Cave nella speranza di poter giocare una gara al meglio delle sue attuali possibilità. Gli avversari, ottimi mattatori sino all’ottava giornata di campionato e terzi in classifica, avevano accusato una flessione la settimana scorsa contro il Mentana e questo aveva acceso una flebile speranza nelle ragazze di Ladispoli che volevano farsi trovare pronte a cogliere qualsiasi opportunità si fosse presentata. Poi, se proprio la vogliamo dire tutta, non mancavano altre motivazioni, per mettere in campo una punta d’orgoglio in più, come per esempio la “legge dell’ex” riferita alle due palleggiatrici Flavia Cornolò e Livia Gomes. La gara però ha rigorosamente rispettato il pronostico ed il 3-0 che ne è scaturito, pur premiando meritatamente le padrone di casa, ha lasciato l’amaro in bocca alle ospiti ed in particolare al loro tecnico Massimiliano Gubbiotti che non ha riscontrato questa volta nella prestazione delle sue ragazze i progressi messi in luce nelle gare precedenti. “Poca grinta e poca armonia nel gioco” questo il commento del Tecnico ladispolano. Il Ladispoli ........

iniziava la gara con Martina Madonna in palleggio, Alice Grossi opposto, Valentina Vidotto e Laura Sabatini a banda, Maria Quirinis e Daria del Giaccio centrali, Francesca Papi libero; a disposizione Emanuela Esposito, Elisa Iengo, Milena Fiore, Livia Gomes, Francesca Gismondi e Cristiana Monachesi.  Il primo set evidenziava da subito la gran voglia di riscatto del Cave di fronte al proprio pubblico, mentre sul fronte opposto non tutto sembrava funzionare al meglio; il 16-12 al time out ed il 25-16 in chiusura del set fissavano la supremazia del Cave nella prima frazione di gioco. Massimiliano Gubbiotti, già in avvio del secondo set, iniziava subito la girandola delle sostituzioni per cercare nuovi equilibri nella sua formazione e tentare così di contenere le incursioni del Cave. Migliorava il tono agonistico della gara, ma non il risultato; infatti i due set successivi si concludevano con i parziali a 21 e 22. Niente da fare quindi per la Garden House Ladispoli che di fronte aveva sicuramente una formazione coriacea e di alta classifica, ma a cui il Ladispoli non ha saputo opporsi con la sua ritrovata animosità. Eppure, nonostante il risultato negativo ed una prestazione opaca, nel complesso la gara è riuscita anche a dare qualche segnale positivo, come per esempio l’utilizzo graduale di tutta la panchina risultata determinante per risollevare il morale e la combattività della squadra nel momento critico del match. Bene quindi gli inserimenti della Gomes in palleggio, come pure della Gismondi e della Iengo. Bene anche l’alternanza dei due liberi per tutta la gara. In conclusione, però, una prestazione sicuramente da migliorare nei prossimi appuntamenti se la Garden House vorrà trarre profitto dai prossimi confronti, molto impegnativi, che sono in programma nel mese di Gennaio con Minturno, Frascati ed Alfieri Cagliari. Ecco la classifica : al comando l’Alfieri Cagliari con 25 punti, segue il Giò Volley Aprilia con 24 punti ed il Frascati con 20; poi il Cave a 19, il Minturno a 18 ed il Mentana a 17;  seguono il Volleyrò a 15 punti, il Sabaubia ed il Fondi a 12 prima di arrivare ai 6 punti della Garden House Ladispoli, di Serramanna e Palau. Chiude il Grottaferrata con 0 punti. Il Prossimo appuntamento vedrà la Garden House Ladispoli, impegnata al Pallone “Nino Panzani” di via Firenze, alle ore 17.30 contro il Minturno.

fShare
0

Per fornire un servizio migliore e più soddisfacente questo sito usa i cookie. Continuando la navigazione acconsentirai al loro utilizzo. Puoi trovare ulteriori informazioni qui. Cookies policy.

Accetto i cookie su questo sito.

EU Cookie Directive Module Information